L’albero di Elisabetta

Qualche giorno fa abbiamo ricevuto nella cassetta della posta una lettera proveniente dal comune di Strassen. Al suo interno abbiamo trovato il seguente invito:IMG_20151115_225330

“Dans le cadre de la Journée nationale del l’albre 2015, …. bla bla bla …  ont le plaisir d’invite les parents des nouveaux-nés de venire planter un arbre sur le territorire de la commune de Strassen … en souvenir de la naissance de leus enfant”

Tutto chiaro??? Per me gli indizi del rebus erano  Neonati, Albero ed un invito a un evento. La soluzione l’ho ottenuta solamente la sera al ritorno di Mamma. Sostanzialmente ci avevano invitato all’evento per la giornata mondiale dell’albero, in cui veniva piantato un albero per ogni nato nel 2015 presso il posto indicato nella cartina allegata! Beh Mamma ed io ci siamo guardati ed abbiamo detto: carino, bella iniziativa!

Ieri pomeriggio (14 Novembre) era il giorno dell’albero-evento perciò insieme ai nonni ci siamo avviati a piedi, nonostante fossimo in ritardo, verso il punto del randez-vous. Papone che ormai è un esperto conoscitore della zona aveva capito perfettamente dove dovevamo andare; nonostante ciò la zona era ancora inesplorata, perché presupponeva un minimo di stradone che di solito con Elisabetta cerco di evitare. Ma appena superata questa parte, come capita di solito nelle passeggiate qui nei dintorni, ci siamo ritrovati nel mezzo del verde, dei campi e dei cavalli!

L’albero-evento era alle 15:00 mIMG_4221a noi alle 15:10 non eravamo ancora arrivati (strano!). Da lontano vedevamo un po di macchine parcheggiate ed al primo momento ci è venuto lo sconforto che tutto si fosse ormai gia consumato. Invece, fortunatamente, abbiamo probabilmente solo perso il discorso del sindaco  (peccato). Siamo arrivati giusto in tempo per piantare l’alberello di Elisabetta.

In un campo recintato chiamato Shackewues il comune di Strassen dal 2010 pianta un albero per ogni bambino nato in quell’anno eIMG_4222 probabilmente residente nel comune. Fatto sta che anche Elisabetta rientrava in questa lista perciò anche lei ha potuto piantare il suo alberello per ripopolare la “foresta”. Tutto questo mentre la piccola se la ronfava della più bella bardata nel suo passeggino mentre noi battevamo brocchette dal freddo!

La cerimonia è cosi proseguita: hanno consegnato a Mamma un alberello e tutti insieme abbiamo seguito i volontari che hanno predisposto dei solchi nel terreno per innestare gli alberelli. Per ricordarci quale fosse il nostro, o meglio quello di Elisabetta, abbiamo legato un nastrino rosa che si trovava sul passeggino da quando è nata. Pensavamo di essere stati i più svigi del gruppo fintantoché la famiglia di fianco a noi ha tirato fuori un cartoncino con tanto di fiocchetto (come quelli dei pacchetti di Natale) e lo hanno posizionato sul loro albero (maledizione). Non ci siamo però fatti abbattere, anzi! Ci siamo ripromessi di tornare a vedere come sta l’alberello di Elisabetta tra qualche settimana e di portarci un biglietto plastificato da apporgli, sostituendo il fiocchetto, per non scordarci mai dove si trova!

Oltre a tutto questo che già di per sé è stato un momento molto carino, il comune ha predisposto una specie di Wood of Fame, ovvero una struttura di legno dove sono riportati i nomi di tutti i bambini dell’anno. E quindi anche Elisabetta ha avuto il suo spazio (e quindi la sua prima targa) in questa piccola scultura. Grazie mille comune di Strassen!

Soddisfatti e molto orgogliosi di aver partecipato a una cosi bella iniziativa, siamo doverosamente rimasti al rinfresco, completamente offerto dall’organizzazione. Un paio di tramezzini, forse tre o quattro per me, due pasticcini ed un paio di prosecchi gelati, sorseggiati in una giornata frizzante ma piena di significato! Prosit!!!!!

Davvero una cosa molto gradita, che avremmo probabilmente molto apprezzato anche in Italia! Un piccolo gesto in favore della natura; per far ricordare ai genitori che il comune sa che c’è un piccolo in più nella comunità; una festicciola non troppo complessa da organizzare proprio per creare da subito una comunità! Abbiamo tanto da imparare…per ora ci godiamo questo inaspettato ma davvero molto gradito regalo!

One Reply to “L’albero di Elisabetta”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.