Torta di Mele!

La mia trasformazione in desperate-housewife sta quasi per raggiungere livelli imbarazzanti: lo ammetto! Me ne sono accorto l’altro giorno perché verso mezzogiorno, l’ora del pranzo di Elisabetta, ho acceso in automatico, senza pensarci, la televisione per guardare la prova del cuoco. Un programma che mi ricorda tempi lontanissimi in cui ancora si pranzava insieme alla nonna. Cose che un comune lavoratore non riuscirebbe mai e poi mai a vedere se non in casi eccezionali ( o forse se proprio disperato con il podcast). Mi ricordo ancora del supponente Bigazzi di cui non so se sia ancora del programma oppue no, dopo il suo scivolone su come “magnarsi” i gatti. E della “amichetta dalla voce stridula” dell’Antonellona, che più che una cuoca sembra una maestrina inacidita probabilmente dal troppo tempo passato sui fornelli piuttoste che nel cercarsi un’anima gemella!

So di non avere attenuanti, ma ad Elisabetta piace da impazzire e l’aiuta a non distrarsi mentre facciamo la pappa. Inoltre, lo ammetto, sono sempre più appassionato dalle pietanzine che escono fuori dalla prova utilizzando una lista della spesa di pochi euro.

Ho inoltre scoperto dove vanno a finire tutti i vincitori delle vecchie edizioni di MasterChef: li re-cicla la RAI! Ho rivisto quel pizzighino del dietista Federico, che mi pare faccia il giudice nella gara tra gli chef e le suocerelle; ma mai e poi mai avrei pensato che  avrebbero messo come giudice supremo il supponente avvocato, Tiziana Stefanelli. A lei hanno dato il compito di “giudicare” il vincitore della prova finale, criticando il lavoro di chef che sicuramente sono più sgamati di ed affermati di Lei.

Ma al di la delle mie personalissime opinioni e dei concorrenti su cui stenderò un velo pietoso ( in questi giorni sta vincendo la sosia di Vanna Marchi, ma solo per l’odiens), le ricette che propongono sono spesso molto interessanti e alla portata di chi, come me, ha una competenza basilare della cucina.

La ricetta che che ha catturato la mia attenzione è quella di Riccardo Facchini: una stupenda Torta di Mele. Ecco il link alla puntata. Con una preparazione molto semplice ma diversa dall’ordinario mi ha entusiasmato, tanto da farmi tornare sul sito a rivedere la sua procedura (lo so sono sintomi estremi di mancanza da lavoro!). E incuriosito, l’ho voluta testare in onore dell’arrivo dei Nonni Pat&Fabry questo week-end.  Ho fatto la mia prima pasta frolla, con il segreto dello zucchero a velo; ho creato la cremina di mele come da ricetta della Nonna i Facchini; ho preparato un crumble, sbagliato, come da principiante, per guarnirla alla fine. Questo è il risultato finale:

IMG_0002

Secondo la famiglia il risultato è stato eccelso, tanto che la torta è finita alla velocità della luce. Non avevo dubbi conoscendo i golosi soggetti!

Questa esperienza mi ha fatto pensare di arricchire il mio blog con una sezione RICETTE, per elencare tutte le scoperte gastronomiche che avrò occasione di fare in questo periodo di “abbruttimento” da papone-massaio. Spero di avere anche dei suggerimenti da parte vostra, in modo da porterla far crescere nel tempo e poter diventare ricco con il mio primo e prossimo libro:  “Il Papone pasticcione”, che farà tremare la povera Benedetta Parodi! Non siate timidi condividete…

Alegar!

2 Replies to “Torta di Mele!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.