Dinosauri e Amicizia…

Con l’inizio della scuola dell’obbligo e’ finita anche per noi la pacchia di poter decidere come e quando  prenderci dei giorni di ferie. In realtà non ne abbiamo praticamente mai approfittato perché per un motivo o per un altro c’era sempre qualche cosa che faceva saltare i piani. Ad ogni modo, ora gli unici momenti per fare un break devono per forza coincidere con le vacanze scolastiche e la prima di questo nuovo anno e’ stata la festività di tutti i Santi.

Per vari motivi anche questa volta non siamo potuti partire per mete esotiche, come molti Lussemburghesi hanno fatto, ma ci siamo tuttavia concessi il lusso di un bel weekend a casa di amici! Sabato pomeriggio infatti abbiamo bussato alla porta dell’amica Bianca, ex Lussemburghese di nascita, ma dalle solidissime origini Lombarde, o nello specifico della bellissima città della Madunina! Compagna di mille avventure  (in Lux), nonché figlia di amici di Mamma e Papone, e sorella della simpatica e grande Lucia, abbiamo trascorso un pomeriggio in amicizia a casa loro che si trova a due passi da Bruxelles.

L’indomani mattina, dopo un quasi pigiama party, ci siamo spinti fino a Bruxelles, per una gita ludico-culturale al museo di Scienze Naturali. L’idea era di esplorare un po di storia dei dinosauri, di cui by-the-way Elisabetta nutre una certa passione. Quella che vi riporto e’ la mia personalissima opinione di Papone, che potete prendere o cestinare a vostro piacimento.

Al museo abbiamo trascorso tutta la giornata, perché oltre alla mostra permanente sui dinosauri, abbiamo acquistato contestualmente il biglietto per quella temporanea da titolo Antartica (7.10.2019 – 30.08.2020) . Al museo siamo arrivati intorno alle 11 per partire verso le 16:30 in direzione casa, visto che da Bruxelles sono circa 2 ore di macchina, traffico permettendo.

Devo dire che mi aspettavo un po più di emozione nel vedere i dinosauri. Ma a parte un paio di sussulti al cospetto del triceratopo e del tirannosauro Rex, a mio parere c’era troppo da leggere e poco da esplorare per bambini della fascia di eta di Bianca ed Elisabetta. Tuttavia, un’esperienza simpatica era stata allestita per mostrare ai bambini l’intrigante lavoro dei paleontologi: a piedi nudi in una vasca di sabbia essi potevano con pennello e spatola ricercare  antichi fossili : molto apprezzata dalle bambine!

Un’altra ottima scoperta, è stata la sala bar, dove era possibile acquistare una sorta di happy-meal preistorico con tanto di triceratopo in regalo. Per i più esigenti invece una ristretta selezione di insalate e panini era disponibile. Probabilmente per la fame ma anche  per lo stress accumulato per evitare che uno scheletro millenario venisse polverizzato da quell’agitatona di Elisabetta,  il momento del pranzo lo ricordo con grande piacere 🙂

Non avevo invece nessuna aspettativa per il tour antartico, che ha sorprendentemente riscosso notevole successo sopratutto tra le bambine. La combinazione animali e video mostrati in varie sale con tanto di cuscinoni per stravaccarsi durante la visione ha reso la scoperta di quel mondo sommerso di neve veramente piacevole e ci ha coinvolto fino alla fine.

Purtroppo il tempo e’ volato… e abbiamo dovuto saltare alcune parti della mostra. Meglio cosi, abbiamo una buona scusa per tornarci sia per finire la visita che per rincontrare ancora una volta i nostri amici del Belgio. Grazie mille per la vostra ospitalità!!!! Alla prochain!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.