L’epidemia

Lo scorso week-end è stato davvero drammatico. Una vera e propria ” Caporetto “. Per chi come certi dirigenti non è ferrato in storia, è la metafora per dire che è stato decisamente un week end di mmm. O meglio ancora, di vomiti.

Già già, la gastroenterite ha fatto altre vittime. [xyz-ihs snippet=”Papone”] prima, [xyz-ihs snippet=”Mamma”] poi e alla fine anche lo [xyz-ihs snippet=”Zio-Simo”].

Doveva essere un week-end di gite e parenti, visto che  [xyz-ihs snippet=”NonnaPat”] e [xyz-ihs snippet=”Nonno-Fabry”]  sono venuti a trovarci. C’era anche lo [xyz-ihs snippet=”Zio-Simo”], il quale si era organizzato con amici per fare un giro nel Granducato e oltre.

Ci siamo trovati tutti in Aeroporto, dove abbiamo recuperato i nonni. e salutato lo [xyz-ihs snippet=”Zio-Simo”]. Appuntamento per la cena tutti insieme a casa nostra.

IMG_2299Essendo stata una settimana difficile a causa dell’inserimento e della gastro di [xyz-ihs snippet=”Elisabetta”], volevamo tirarci su il morale con una cena all’altezza. Per cui siamo andati a fare prima una bella merenda, cioccolata con panna e poi una spesa luculliana per darci la carica per un week end con il botto.

Il botto l’ha fatto la cioccolata. Diciamo una miccia nel mio stomaco, che proprio appena prima di mettermi a tavola è esplosa, svuotandomi di ogni mia energia! Non so se rendo l’idea! E mentre io con la nausea mi accovacciavo sul divano di fianco a me gli altri, compresa [xyz-ihs snippet=”Mamma”] e [xyz-ihs snippet=”Zio-Simo”] si abbuffavano di magnifiche salsiccette annaffiate di Bordeaux, per finire con la chicca della serata: crostata di arancia dello chef [xyz-ihs snippet=”Papone”].

IMG_2304

Devastato dai crampi e anche dell’invidia me ne sono andato mesto mesto a dormire; o meglio ci ho provato. Purtroppo [xyz-ihs snippet=”Elisabetta”] non era ancora in forma e dopo un cambio totale per svuotata posteriore notturna, ha frignulato dalle 3 alle 5. Nel mezzo anche [xyz-ihs snippet=”Mamma”] ha fatto una bella visita al bagno … di corsa. Anche lei ha tirato su oltre che alla cioccolata del pomeriggio, la mia buonissima torta della sera! BLEAH

Il sabato come due zombie,[xyz-ihs snippet=”Mamma”] e io non ci siamo mossi dal divano. I poveri nonni, invece, come due badanti, ci hanno pulito casa, preparato brodini, tenuto la ciccia e sofferto in silenzio. (Santi). Proprio il week end che si aspettavano!

La domenica fortunatamente stavamo meglio. Lo [xyz-ihs snippet=”Zio-Simo”] invece era conciato come uno straccio. Anche lui colpito e affondato dall’epidemia, sembrava il sosia di quello che due giorni prima era venuto tutto zompettante a cena da noi.

Questa volta tutti felici domenica sera se la sono data a gambe! I nonni di poter scappare dai quei quattro muri gremiti di microbi, mentre lo zio perché non vedeva l’ora di abbracciare il suo cesso, nel senso fisico del termine!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.