Packing…

Inizia l’ultimo giorno prima del rientro. E’ il momento di pensare a tutte le cose da prepare, fare la conta delle valige e dei pacchetti cercando IMG_4821di non dimenticare nulla di essenziale. Per [xyz-ihs snippet=”Papone”] la valigia è come una punizione: non gli piace per niente. Tanto alla fine per quanto uno cerca di limitare il numero di cose da portare ne infili in valigia sempre qualcuna di troppo. Per [xyz-ihs snippet=”Mamma”] invece è come se facesse la valigia per la prima volta: prova e riprova tuuuuutti i vestiti; sbuffa perché non ce n’è nessuno che le piace. Cerca un consiglio che tanto non ascolta e alla fine mette tuuuutto dentro un’enorme valigia, la più grande… più di quella di [xyz-ihs snippet=”Papone”] anche se [xyz-ihs snippet=”Mamma”] è meno della sua metà. E poi c’è sempre il valigino, a parte, quello delle scarpe. Un paio per ogni situazione, che puntualmente non si presenta e perciò si indossa sempre le stesse scarpe! Ma guai a sottolinearlo: [xyz-ihs snippet=”Mamma”] è tanto dolce ma si indispettisce per queste considerazioni!

Sicuramente per questo post passerò un brutto quarto d’ora!

Se pensate che le valige siano pronte ed in macchina vi sbagliate: siamo ancora in alto mare. Tanto c’è tuuuutto domani. Ma si! Per ora pensiamo a dormirci su, che la notte porta consiglio. Bisogna ricaricare le batterie che il viaggio è lungo….

Mi raccomando, voi mettete al fresco le bottiglie di prosecco e preparate gli antipasti, perché con o senza le valigie, stiamo tornando!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.