A modo mio…

Se qualcuno di voi ha mai avuto occasione di conoscere Papone,  penso abbia notato la mia indole “pessimista” nel vedere le cose. Non ne faccio un vanto, assolutamente, ma uno stile di vita! Nel senso che se pensi sempre al peggio, tutto quello che di meglio ti capita è una bella sorpresa. Un po paradossale ma spesso mi ha aiutato a superare le difficoltà.

Poi un giorno ho conosciuto Mamma, il mio alter ego! All’inizio pensavo fosse un po troppo naif il suo modo di vedere le cose (nel senso positivo del termine). E’ una di quelle persone che non si arrabbia mai, vuole bene alle incondizionatamente, concedendoti sempre un’altra chance, pensa sempre al lieto fine.  E forse questa sua positività ha fatto si che tanti suoi sogni si realizzassero: uno tra tutti Elisabetta!

Ora che siamo genitori, abbiamo il dovere di accompagnarla finche, come diceva il buon Baden Powell: “…sarà in grado di guidare da sola la sua canoa!“. E’ un compito difficile, anche perché nessuno nasce “imparato”. Finche non hai la responsabilità di questa nuova vita 24H, 7su7,  non riesci a renderti conto di cosa significhi dimenticarti dell’io e pensare a lei, al noi. Tutto facile finche i figli sono degli altri. Con i tuoi è più dura!

Ma incredibilmente, come camminare,  è una cosa che ti viene naturale, istintiva! Si sbaglia, ci si distrae, ci si fa prendere della stanchezza, ma insieme si supera tutto e i bimbi crescono finche … come dice la canzone di Elisa ad ogni compleanno si allontanano.

Il post di oggi nasce da un twit che mi ha mandato mio fratello:

Schermata 2015-11-21 alle 01.53.52

Ho ascoltato la canzone, ho seguito i TG in questi giorni, ho letto i miei amici preoccuparsi sui social network. Voglio abbandonare il mio pessimismo per te Elisabetta, e cercare di inventarmi qualche cosa per proteggerti da questo mondo che è quel che è! La tua Mamma ed io saremo sempre al tuo fianco, saremo sempre con il sorriso, perché per quanto la vita sia difficile e il mondo impazzito, da quando tu sei con noi non c’è istante che non meriti di essere vissuto insieme a te!

One Reply to “A modo mio…”

  1. Elisabetta “sarà difficile chiederti scusa per un mondo che è quel che è. Io nel mio piccolo tento qualcosa, ma cambiarlo sarà difficile”.
    Ricordati Eli che l’unico modo per cambiare e combattere le brutte cose che stanno capitando a questo mondo è solo uno: L’AMORE.
    Ma sono sicuro che il tuo papone e la tua mamma ti insegneranno questa arma infallibile.
    Ti voglio bene, lo zioS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.